A ruota libera

A chi si rivolge:

Bambini, Disabili, Malati.

Tipologia Attività:

Adozione, Affido, Campi estivi, Corsi di Inglese, Corsi di musica, Formazione Professionale, Laboratori Creativi, Laboratori di Artigianato, Laboratorio Teatrale.

Breve testo descrittivo:

L’Associazione opera nel cuore del Vomero per offrire attività didattiche, di intrattenimento e di apprendimento rivolte ai disabili.

Sostenitori:

Descrizione

L’Associazione A Ruota Libera offre a persone disabili in età post scolare l’opportunità di socializzare, coltivare i propri talenti e integrarsi nella comunità.

Operatori, educatori e psicologi volontari che, nel cuore del Vomero, lavorano quotidianamente per accogliere i bisogni delle persone disabili e sostenere le loro famiglie, attraverso attività didattiche, di intrattenimento e di apprendimento.

Principali Attività e Progetti

Ecco le principali attività che i volontari di A Ruota Libera portano avanti dal 2007:

Laboratori di Artigianato (ceramica, cucito e falegnameria) orientati al recupero degli antichi mestieri napoletani e volti alla realizzazione di pastori in creta e prodotti di sartoria presepiale. Questi laboratori offrono ai ragazzi anche la possibilità di uno sbocco lavorativo ed, in ogni caso, una formazione operativa volta all’acquisizione e di competenze tecniche ma anche al conseguimento di obiettivi educativi trasversali per una crescita personale e sociale.

Ogni anno l’associazione acquista macchinari specifici per la lavorazione dei diversi materiali (legno, vetro, terracotta), adatti alle persone diversamente abili.

Laboratori di scrittura creativa, teatro e musica che diventano per i ragazzi canali privilegiati di comunicazione e manifestazione della propria interiorità.

Attività che trovano poi realizzazione concreta in uno spettacolo annuale che si tiene presso il Palapartenope di Napoli, realizzato con il contributo attivo dei ragazzi che frequentano i laboratori artigianali dell’associazione in cui si occupano anche della realizzazione di scene, costumi e strumenti musicali necessari alla messa in scena.

È in corso anche la realizzazione di una raccolta di fiabe scritte e illustrate dai ragazzi che frequentano il laboratorio di scrittura creativa, per il quale l’associazione è alla ricerca di una casa editrice e di un piccolo finanziamento per la pubblicazione.

Attività di ludoterapia quale strumento per migliorare la propria relazione con se stessi e con gli altri, attraverso giochi relazionali svolti in un contesto protetto e rassicurante.

L’Associazione, inoltre, ha ricevuto in donazione la Casa di Anna, struttura sita nel parco regionale di Roccamonfina, che ospita i ragazzi per le vacanze estive.

Altre Attività:

  • corsi di Inglese
  • corsi di cucina
  • la redazione di un Giornalino interno
  • l’organizzazione di escursioni e week-end fuori porta a tema (apicultura, produzione di confetture, orto-terapia, etc.) volte al potenziamento dell’autonomia dei ragazzi nelle attività di vita quotidiana,

Il borgo sociale

Il Borgo Sociale mette al centro la persona con la propria storia, le proprie peculiarità, le proprie risorse e i propri limiti. Il progetto si fonda sulla convinzione che la vera riabilitazione passi attraverso la socializzazione e l’integrazione all’interno della vita comunitaria. Mettere al centro la persona per noi significa stimolare il ragionamento e la consapevolezza affinchè la persona con disabilità sia in grado di sperimentare, creare, cambiare, fino a interiorizzare e diventare competente. Competente vuol dire prima di tutto “responsabile”, cioè in grado di assumere, svolgere e portare a termine percorsi il più possibile in autonomia, personalizzando il proprio operato. Sono persone diversamente abili autonome o semi autonome, di età compresa tra i 18 e i 60 anni che desiderino intraprendere un percorso di vita indipendente dalla famiglia di origine o che sono senza genitori o parenti prossimi che possano prendersi cura di loro. Il Borgo Sociale si propone come contesto sicuro e accogliente in cui vivere e sperimentare l’autonomia. Accogliamo persone diversamente abili con insufficienza mentale mediolieve, persone con sindrome di down, ragazzi autistici ad alto funzionamento, purchè il grado di autonomia sia tale da non necessitare un rapporto costante uno ad uno.

Comunità Viticonti

È il nucleo da cui si origina il Borgo Sociale: un palazzo di fine ‘700 che si articola su più livelli con laboratori artigianali per le attività creative ed artistiche diurne, attraverso il supporto di volontari del territorio, e un’ampia area di 500mq con camere per i ragazzi accolti, una spaziosa cucina, una grande sala da pranzo, due soggiorni, segreteria, servizi igienici per uomini, donne e diversamente abili in sedia, lavanderia e una camera per gli operatori che svolgono il turno notturno. La struttura e’ autorizzata al funzionamento col regolamento regionale 4/2014.

La casa di Livia

E’ un appartamento di 100mq sito al primo piano adiacente alla Comunità Viticonti che nasce sotto forma di cohousing e come proseguimento del progetto originario della Comunità Viticonti. Può accogliere persone con un grado di autonomia medio-alta.

La casa di Elisa

E’ un palazzotto di circa 200mq situato nelle immediate vicinanze della Comunità Viticonti e nasce anch’esso come progetto di cohousing. L’appa tamento è composto da tre camere da letto, due bagni, cucina, soggiorno, un ambiente polifunzionale, ed un terrazzo panoramico. Può accogliere persone con un grado di autonomia medio-alta.

La fattoria

Un terreno di un ettaro abitato da moltissimi animali, che ospita anche numerose famiglie di api per la produzione del miele curata dalle per sone che abitano le comunità supervisionati da esperti.

La guest house

E’ una struttura di accoglienza per gli amici e i parenti e anche per chi voglia condividere un po’ del suo tempo con le persone che abitano le comunità e vivere un’esperienza a contatto con la natura. Le persone disabili che abitano le comunità si dedicano all’accoglienza degli ospiti, alla pulizia e alla gradevolezza degli ambienti.

Il bar

Affacciato sulla piazza del paese c’è il nostro Bar Fortuna, un piccolo caffè letterario gestito dalle persone che vivono nelle comunità, che si propone come spazio di sperimentazione in cui unire competenze e passioni personali con possibilità professionali . Le persone disabili, supervisionate da esperti, organizzano eventi e portano avanti quotidianamente il bar.

Promotori e sostenitori

Ogni anno dal 2007 la Fondazione Grimaldi Onlus ne sostiene le attività presso la sede storica di Via Caldieri.

In Evidenza

La casa di Matteo

Una casa di accoglienza per bambini in stato di affido o adozione con gravi malformazioni, tumori, patologie e che necessitano non solo di cure particolari ma soprattutto di amore familiare e di un accompagnamento fino agli ultimi giorni di vita. Una vera casa famiglia che si occuperà di tutte le esigenze materiali e spirituali dei bambini accolti gravemente malati.

https://www.aruotaliberaonlus.org/casa-di-matteo/